Ulltimo aggiornamento 15:43
  • LETTURA LIBERA

    Le coop fanno fatturato e occupazione, dimostrando che si può fare bene anche se non si sposa il modello liberista

    di Roberto Seghetti
    I dati presentati dalla Confcooperative sono chiari: 66 miliardi di fatturato e 48 mila occupati in più negli anni in cui l'economia tradizionale ha distrutto posti di lavoro. Dalla trentanovesima assemblea nazionale la proposta di una staffetta generazionale pagata con il contributo delle imprese. In allegato la relazione integrale del presidente Gardini.
    4.5.2016 |
  • LETTURA LIBERA

    Globalizzazione, rivoluzione digitale, guerra commerciale: le mire espansionistiche della politica digitale Usa

    di Andrea Piersanti
    Tra i colossi di Silicon Valley e la politica Usa ormai è alleanza stretta. Anche i meccanismi elettorali sono direttamente influenzati dalle attività digitali. L'obiettivo comune è riproporre in chiave digitale l'influenza globale avuta dagli Usa fino ad oggi nel mondo dell'economia (e della politica) reale. Negli ultimi otto anni l’economia digitale americana si è già espansa globalmente. Ad opporsi sono rimasti però i mercati più interessanti: Russia e Eurasia, Cina, India e far East. In Cina, solo pochi giorni fa, il governo ha bloccato tutte le attività di commercio elettronico di libri, musica e film della Apple, inibendo l’uso di iBookstore e di iTunes Movies. Alibaba, il più credibile concorrente asiatico dello strapotere dei giganti di Silicon Valley, sta spendendo tutte le sue energie per stipulare alleanze strategiche con il mercato europeo della qualità enogastronomica e del design. In Europa è lo stesso. I colossi Usa vorrebbero usare l'Unione come una testa di ponte (purché non esca la Gran Bretagna). Quale sarà la risposta? La forza e la determinazione dell'Ue non sono le stesse della Cina. Anche dal punto di vista delle potenzialità di concorrenza. Basti pensare che, secondo uno studio condotto dalla società di consulenza Roland Berger, il valore complessivo delle prime dieci società statunitensi del web ammonta a quasi 1800 miliardi di euro contro i 29 miliardi del fatturato complessivo di tutte le aziende digitali europee.
    28.4.2016 |
  • LETTURA LIBERA

    Via libera al Def. Ma le audizioni di Bankitalia, Corte conti, Upb, Istat, enti locali e parti sociali hanno messo in luce rischi e debolezze.

    In allegato i testi integrali delle audizioni di Bankitalia, Corte conti, Upb, Servizio studi della Camera, Conferenza delle Regioni, Anci, Cgil, Cisl, Uil, Rete Imprese, la nota congiunturale di Confindustria, Sbilanciamoci. L'Istat (link all'intervento del presidente): senza una spinta non si raggiunge nemmeno la crescita dell'1,2 per cento nel 2016. Padoan difende i conti (link al video dell'intervento del ministro).
    19.4.2016 |
  • LETTURA LIBERA

    Gas: è illusorio sperare di bloccare la costruzione di Nord Stream due, piuttosto chiediamo in cambio di poter aprire una rotta Sud per il gas russo

    L'Italia è il terzo Paese in Europa per utilizzo del gas naturale, ma è l'unico ad avere una sola rotta per l'importazione del gas russo che rappresenta quasi la metà di tutte le esigenze nazionali. Cercare di bloccare la realizzazione del Nord Stream due è abbastanza illusorio. Possibile invece negoziare il via libera al Nord in cambio del via libera a una rotta anche attraverso il Sud. Le tre mosse per un piano B, che guardi anche al Gas naturale liquefatto e alle infrastrutture per il bacino del Mediterraneo orientale, dove Grecia, Cipro e Israele si sono già mossi senza l'Italia.
    2.2.2016 |
  • LETTURA LIBERA

    Abbiamo raggiunto il picco del debito pubblico? Dipende da molte variabili.

    di Ruggero Paladini
    Il rapporto debito pubblico – PIL è per noi italiani l’indicatore più delicato, poiché, se escludiamo la Grecia, il nostro è il livello più elevato tra tutti i paesi europei. Il governo sostiene che questo sarà l’anno della svolta, nel senso che il debito, al 132,8% a fine 2015, comincerà a ridursi, dapprima lentamente ma poi sempre più velocemente. Probabilmente il governo ha ragione, ma una piena certezza non c’è: le variabili e i rischi sono numerosi.
    10.2.2016 |
Progetto a cura nens www.nens.it | il campo delle idee copyright 2014 | P. IVA: 06634241001 Ver: 1 - Via Barberini n.11 00187 Roma (RM) telefono 06 37500534, fax 06 23326901 Autorizzazione del Tribunale di Roma n.66 del 2014